SUPERBONUS 110% Rete di imprese e professionisti SDGZ-URES

Creazione della rete di imprese e professionisti per usufruire dell’agevolazione

Il Decreto Rilancio, nell’ambito delle misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19, ha incrementato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi di riduzione del rischio sismico, di installazione di impianti fotovoltaici nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici (cd. “Superbonus”).

Le nuove disposizioni che consentono di fruire di una detrazione del 110 per cento delle spese, si aggiungono a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni dal 50 all’85 per cento delle spese spettanti per gli interventi di:

  • recupero del patrimonio edilizio, inclusi quelli di riduzione del rischio sismico (cd. Sismabonus);
  • riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus)

Altra importante novità, introdotta dal Decreto Rilancio, è la possibilità generalizzata di optare, in luogo della fruizione diretta della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi (cd. sconto in fattura) o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

Tale possibilità riguarda gli interventi concernenti:

  • il recupero del patrimonio edilizio;
  • il recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti (cd. bonus facciate);
  • l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Trattandosi di una normativa di particolare favore, in aggiunta agli adempimenti obbligatori per le specifiche detrazioni, ai fini dell’esercizio dell’opzione di sconto o cessione, il Legislatore impone al contribuente di dotarsi:

  • di un visto di conformità redatto da un Professionista (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali e consulenti del lavoro). Questo deve attestare la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta;
  • dell’asseverazione di un tecnico. Quest’ultimo deve certificare che gli interventi migliorano l’efficienza energetica ovvero riducono il rischio sismico.

Rete di imprese e professionisti della SDGZ-URES-Unione Regionale Economica Slovena e della ZKB-Banca di Credito Cooperativo di Trieste e Gorizia

Come risulta dalla descrizione dell’intervento, chi vuole realizzare gli interventi previsti ed usufruire delle relative agevolazioni, deve avere a disposizione una rete di servizi e professionisti:

  • l’impresa o le imprese che effettuano l’intervento o gli interventi;
  • l’intermediario abilitato alla trasmissione telematica delle dichiarazioni (dottore commercialista, ragioniere, perito commerciale e consulente del lavoro), il quale rilascia il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta;
  • il tecnico abilitato che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici necessari ai fini delle agevolazioni fiscali e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati, in accordo ai previsti decreti ministeriali.
  • l’istituto di credito (o l’intermediario finanziario), al quale cedere il credito d’imposta.

LA SOLUZIONE CHIAVI IN MANO PER I VOSTRI CLIENTI

Per venire incontro alle esigenze del territorio e dare una risposta concreta e “chiavi in mano”, la SDGZ-URES – associazione imprenditoriale intercategoriale – ha intenzione di coinvolgere i commercialisti della propria società di servizi Servis S.r.l., nonché e soprattutto le imprese della sezione artigiani ed i tecnici della sezione liberi professionisti.

L’intervento normativo che introduce questi nuovi strumenti a disposizione delle persone fisiche, rappresentano un importantissimo slancio per l’economia dell’intero paese, dobbiamo quindi essere preparati e reattivi nel dare risposte concrete alle richieste del mercato.

L’iniziativa rappresenta inoltre un modo concreto per »fare sistema« mettendo insieme le forze di tante realtà medio piccole, permettendoci di essere più agili, ma soprattutto concorrenziali ai sistemi molto più grandi e strutturati che si stanno già muovendo per conto loro.

Del pool farà parte anche la ZKB-Credito Cooperativo di Trieste e Gorizia, la quale potrà inoltre finanziare gli interventi e, soprattutto, rappresentare il soggetto al quale cedere il credito d’imposta.

Per permetterci di formare gli elenchi da cui gli interessati potranno scegliere a chi affidare lavori e servizi invitiamo le imprese ed i professionisti interessati a contattarci quanto prima compilando la

SCHEDA ONLINE

ALLEGATI