FONDO RISTORAZIONE: Contributi per l’acquisto di prodotti di filiere italiane

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che istituisce il cd. Fondo Ristorazione da 600 milioni di euro, per favorire l’acquisto da parte degli esercenti (ristoranti, bar, agriturismi, mense, catering, alberghi con somministrazione di alimenti e bevande, ecc.) di prodotti della filiera agroalimentare italiana.

Intensità dell’aiuto e criteri

  • 100% della spesa sostenuta da 1.000€ a 10.000€ (IVA esclusa)
  • il contributo è soggetto alla normativa “de minimis
  • spese effettuate dopo il 14 agosto 2020 comprovate da idonea documentazione fiscale
  • rientrano i prodotti delle filiere agricole e alimentari, vitivinicoli (anche DOP e IGP), i prodotti della pesca e dell’acquacoltura e da vendita diretta da aziende agricole
  • acquisto di almeno 3 differenti tipologie di prodotti (vedi elenco allegato); nessuna tipologia può superare il 50% della spesa totale documentata

Presentazione della domanda

La domanda andrà presentata attraverso il “Portale della Ristorazione” o gli sportelli del concessionario (Poste Italiane) corredata di tutti gli allegati e dichiarazioni obbligatorie.

Sarà previsto un anticipo del 90% del valore riconosciuto del contributo e il saldo, dopo aver presentato la quietanza di pagamento degli acquisti.

Il contributo non concorre alla formazione della base imponibile sui redditi e sulla produzione netta.

Saranno effettuati controlli a campione per un massimo di 5% di domande presentate.

Consigliamo in ogni caso alle aziende di verificare le proprie fatture d’acquisto che potrebbero rientrare nella fattispecie prevista.

La piattaforma è attiva dal 15 al 28 novembre, si può quindi presentare domanda attraverso il portale (autenticazione solo attraverso SPID) o presso l’ufficio postale.

ULTERIORI INFORMAZIONI e indicazioni operative sono disponibili sul sito del Ministero delle Politiche Agricole.

ALLEGATI