Dichiarazione MUD e diritto annuale Albo Ambiente 2020: il termine slitta al 30 giugno

Dichiarazione rifiuti MUD 2020

La SDGZ-URES Unione regionale economica slovena informa che è stato pubblicato il decreto che contiene le regole per la presentazione del MUD-la dichiarazione ambientale per i rifiuti trasportati e gestiti nel 2019.

Rispetto agli anni precedenti, non vi sono modifiche per quanto riguarda i soggetti obbligati che rimangono quelli previsti nell’art. 189 c. 3 del 152/2006

  • trasportatori
  • commercianti e intermediari senza detenzione
  • recuperatori e smaltitori
  • produttori di rifiuti pericolosi
  • produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti
  • Comuni

La modalità di invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.

I diritti di segreteria sono pari a 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC.

La scadenza per la presentazione del MUD è il 30 giugno. La consueta data del 30 aprile è stata prorogata a causa dell’emergenza epidemiologica dovuta al Covid-19.

Il software per la compilazione delle dichiarazioni è disponibile online sul sito www.ecocamere.it.

Le imprese a cui è la nostra Associazione a presentare abitualmente la dichiarazione ambientale, saranno contattate per predisporre la dichiarazione, le altre imprese interessate sono pregate di prendere contatto con la segreteria via mail info@sdgz.it entro e non oltre il 15 giugno.

Diritto annuale Albo Gestori Ambientali

Ricordiamo inoltre a tutte le iscritte all’Albo Gestori Ambientali che il 30 giugno scade il termine per il pagamento del diritto annuale di iscrizione per i trasportatori conto proprio, conto terzi, intermediari, ecc. (anche questa scadenza è stata prorogata dal consueto 30 aprile a causa dell’emergenza Covid-19).

Il pagamento può essere effettuato in varie modalità (bollettino MAV, carta di credito, Telemaco) accedendo con le proprie credenziali alla piattaforma dell’Albo Ambiente.